1. Home
  2. News
  3. Percorso di supporto alla transizione energetica | Il processo autorizzativo

Percorso di supporto alla transizione energetica | Il processo autorizzativo

Tra le iniziative in favore della transizione energetica, si è svolto in videoconferenza il primo tavolo di confronto organizzato da SAFE, con la partecipazione di Stefano Bonaccini, Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Obiettivo del tavolo, quello di alimentare un confronto aperto e operativo tra Istituzioni e stakeholder del sistema energetico nazionale sul tema del “processo autorizzativo”.

“Per favorire e accelerare la transizione energetica in Italia è fondamentale prevedere misure in grado di semplificare e velocizzare i processi autorizzativi sia per i nuovi impianti di produzione, con tempistiche in linea con il quadro legislativo e gli obiettivi previsti dal PNIEC (Piano Nazionale Integrato Energia e Clima), che per gli impianti esistenti, per consentire il rinnovamento e il repowering dell’intero parco generativo, prolungandone così il ciclo di vita” – ha osservato Raffaele Chiulli, Presidente SAFE, in apertura dei lavori.

Un mancato rispetto delle tempistiche autorizzative può rappresentare un ostacolo concreto e molto preoccupante, non solo in ottica di raggiungimento degli obiettivi nazionali al 2030 per l’energia e il clima, ma anche di attrattività degli investimenti nonché di creazione di una filiera nazionale delle rinnovabili, con tutto ciò che ne consegue in termini di occupazione, indotto, innovazione e sviluppo tecnologico.

“La transizione energetica è una sfida importante, soprattutto in termini occupazionali e serve un patto vero anche con le amministrazioni locali per realizzarlo” – ha commentato Stefano Bonaccini, Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome – “Semplificare i processi autorizzativi – ha aggiunto – è fondamentale nell’ottica di favorire importanti investimenti da parte delle aziende, pubbliche e private, e promuovere nuovi progetti di sviluppo per il Paese”.

Nell’ambito del tavolo di confronto, alcune concrete proposte di efficientamento del processo autorizzativo per gli impianti energetici sono state presentate dalle realtà che hanno aderito all’iniziativa: A2A, Axpo Italia, EBS, Edison, EDP Renewables, Elettricità Futura, Enel Green Power, EP Produzione, ERG, Hera, RWE, Utilitalia.

Menu